martedì 8 marzo 2011

Un Martedì Grasso marzolino

Il Carnevale ha le ore contate… è Martedì Grasso, l’ultimo giorno di questo pazzo periodo di baldoria, in cui si concentrano da sempre i maggiori festeggiamenti. Il Carnevale ha radici antichissime: dai festeggiamenti degli Egizi in onore della Dea Iside alle "Grandi Dionisiache" greche in onore del Dio Bacco, fino ai Saturnali dell'epoca romana, in cui venivano sospese le leggi in vigore. E proprio da questo rovesciamento delle norme si deve la tradizione di mascherarsi, che dura tutt'oggi ed è il tratto più caratteristico del Carnevale!
Il Martedì Grasso, oltre ad essere occasione di grandi feste o sfilate in maschera, negli States è anche la giornata in cui si celebrano i pancakes, le classiche frittelle americane. Volendo restare in tema, pur mantenendoci fedeli alla tradizione dolce di casa nostra, ecco la ricetta di uno dei dolci più classici del Carnevale, direttamente da Venezia… le “Fritole de pomi”, ovvero le deliziose e imperdibili frittelle di mele!
Regina indiscussa dei dolci veneziani, infatti, la ‘fritoa’ è da sempre considerata il dolce nazionale della Repubblica Serenissima.


Fritole de pomi con confettura di frutti di bosco

2 mele renette
200g di farina 00
50g di zucchero semolato
1 uovo grande
2 cucchiai di vino bianco
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 bicchiere di latte intero
la scorza grattugiata di 1 limone
1 pizzico di sale

olio di arachide per friggere

In una ciotola versare la farina setacciata, aggiungere lo zucchero, l'uovo intero, il vino bianco, la scorza del limone, il pizzico di sale e tanto latte necessario per ottenere una pastella fluida. Sbucciare le mele, togliete il torsolo e con l'aiuto di una mandolina tagliarle a rondelle sottili. Intanto scaldare la confettura extra di frutti di bosco fino a renderla più fluida e, se necessario, aggiungere del vino bianco. Portare l'olio ad una temperatura di 170°, mantenendo il fuoco a medio calore, intanto immergere le fette di mela nella pastella e tuffarle con delicatezza nell'olio caldo. Una volta dorato un lato, girarle con una pinza e continuare fino a completa doratura. Scolare per bene le fritole e sistemarle su carta assorbente. Servirle immediatamente, caldissime e irrorate con la confettura anch'essa ben calda.

(Da ‘Ricette dolci d’Italia’ di Zuegg)

1 commento:

  1. ciao che carino e ricco di cose belle il tuo blog, ti ho scoperta grazie ad una ricerca e ne sono felice perchè ho ritrovato tante golose tentazioni ti sei conquistata una nuova fans a presto rosa di kreattiva
    se ti va vienimi a trovare nel mio mondo ;-)

    RispondiElimina